-5% SCONTO DI BENVENUTO | Codice "gmwelcome"
WHATSAPP 3317728206
My Cart
0,00
My Cart
0,00
Blog
igienizzazione pannolini lavabiliigienizzazione pannolini lavabili

Igienizzare i pannolini lavabili lavando alle basse temperature

Come sappiamo, ci sono alcuni pannolini lavabili e/o parti di essi che sono realizzati in tessuto tecnico waterproof: questi tessuti generalmente sono il PUL (poliuretano laminato) oppure il TPU (poliuretano termo -laminato). Il ciclo di lavaggio ed asciugatura di questi tessuti prevede che:

  • si utilizzino le basse temperature per lavarli;
  • non vengano asciugati in asciugatrice;
  • non vengano asciugati su fonti dirette di calore (caloriferi ecc.)
  • la parte plastificata non venga esposta direttamente al sole, se asciugati al sole.

Queste accortezze, permettono di evitare che la laminatura di questi tessuti si danneggi irrimediabilmente (slaminatura o foratura della lamina plastica del tessuto) vanificando la sua funzione di idrorepellenza e permettono di conservare il pannolino, nel miglior stato possibile, per più tempo.

anthyllis
Clicca sull’immagine per andare alla nostra sezione di detersivi ed additivi per il bucato.

Tuttavia, molte mamme si chiedono come sia possibile igienizzare i propri pannolini con un lavaggio alle basse temperature, soprattutto considerando il fatto che il percarbonato puro necessita di temperature di lavaggio alte, per liberare ossigeno ed esplicare la propria attività igienizzante.
Ebbene, la cosa è comunque possibile! E’ infatti sufficiente utilizzare, al posto del percarbonato puro, un percarbonato opportunamente miscelato a degli attivatori, che consentono la liberazione dell’ossigeno igienizzante anche alle basse temperature.

Sul nostro sito trovi diversi prodotti in formulazione ecologica e sicura, per i vostri lavaggi alle basse temperature (clicca sull’immagine per scoprirli tutti).

Un’ottima alternativa, sicura ed ecologica è la candeggina delicata.
Quando parliamo di candeggina delicata, parliamo di un prodotto chimicamente molto diverso, dalla candeggina classica, che sappiamo essere molto inquinante e pericolosa, perché a base di IPOCLORITO DI SODIO.

La candeggina delicata è a base di PEROSSIDO DI IDROGENO (in diluizione al 7%), che è una sostanza ecologica ad azione disinfettante, ossidante e sbiancante. Nella vostra lavatrice libererà ossigeno (esattamente come il percarbonato) anche alle basse temperature, aiutandovi ad igienizzare il bucato ed i pannolini lavabili. Adeguatamente dosata ed utilizzata la candeggina delicata è sicura sulla maggior parte dei tessuti e sui capi colorati.

Le candeggine delicate commerciali, tuttavia, oltre al Perossido di Idrogeno, contengono numerose altre sostanze, inquinanti e potenzialmente allergizzanti, come coloranti e profumi. Per questa ragione spesso è consigliabile l’autoproduzione della candeggina delicata a casa, a partire da acqua ossigenata, che va diluita in acqua distillata.

A partire dal 1 Febbraio 2021, come stabilito dal nuovo REGOLAMENTO UE 2019/134 ai privati cittadini non è più possibile acquistare acqua ossigenata ad alti volumi. Si rende perciò necessario l’impiego di una mini formula, per capire come realizzare la candeggina delicata in casa, senza, rischiare di fare danni e con l’uso di una ossigenata rimediabile in commercio.

Ipotizzando quindi l’utilizzo di un’acqua ossigenata a 40volumi avremo x= 23/40 perciò x= 0,575
Dovremo perciò mescolare 580ml di acqua ossigenata a 40 volumi in 420ml di acqua distillata per ottenere la nostra candeggina delicata homemade.

Spero che questo articolo ti sia stato utile. Condividilo con chi credi potrebbe trovarlo altrettanto interessante!!
Luisa

Leave your thought