-5% SCONTO DI BENVENUTO | Codice "gmwelcome"
WHATSAPP 3317728206
My Cart
0,00
My Cart
0,00
Blog
pannolini-lavabili-stoccaggio

Il nostro HowTo – lo stoccaggio POST DEL 16.4.15

Sto riportando su questo sito i miei vecchissimi post dal blog Neo Mamma on Board, perchè al momento non ho davvero più tempo per seguirlo. Spero che le mie vecchissime testimonianze possano aiutarvi a capire che si può fare. Buona lettura.

Cerco sempre di rispondere a tutti nella maniera più semplice, dando esempi concreti di come noi/io gestisco il discorso “lavabili” in casa mia… Badate, quindi, che quella che vi sto per mostrare non si tratta necessariamente della “maniera migliore”, né tanto meno di quella che certamente andrà bene a voi e alla vostra famiglia. Oki?
Questo è semplicemente il mio HowTo ed ha il solo ed unico scopo di dimostrarvi che… se ce l’ho fatta io, anche voi potete. Chiunque può. Anche senza possedere una domestica appositamente dedicata oppure l’asciugatrice più potente del mercato.
Si può fareeeeee!!

Altra premessa. Importantizzima!
Le foto che vedrete… si – beh – ecco… sono quelle della mia casa, che non è proprio quello che io definirei.. una casa “mulino bianco”.. non so se mi spiego… qui il caos regna sovrano!
Ecco. L’ho detto.
Perciò fatevi coraggio e cercate di non svenire prima della fine del post.

Passiamo alla domanda nr.1: lo stoccaggio.
Ma dove li tieni?

Gira voce che per passare ai pannolini lavabili sia necessario avere una depandance in cui tenerli… NOU!! Ce n’est pas vrai!! Io non vivo a Versailles, gente, ma in un normalissimo (e disordinatissimo, aggiungerei) appartamento, ok? E dove li tengo? Beh, normalmente in camera di Pupi, e più precisamente in due scatole trasparenti con coperchio, che ho acquistato… da LIDL, mi sembra! Sono perfette perché riesco ad infilarli bene dritti, già pronti, in ordine di assorbenza e a seconda delle situazioni d’uso. A prova di babbano!! Per così dire..

E ci stanno? Eh si. Ci stanno. Ho una trentina di pannolini in tutto, qualche inserto per ogni occasione, due cover, alcune wet bag, rotolo di velette e panni in microfibra. Si, direi che ci sta tutto. Che poi, proprio tutto, tutto, al completo non c’è mai… qualcosa è sempre a lavare/asciugare e lo spazio è sempre più che sufficiente.

Per questo genere di “accessori”, comunque, consiglio sempre la beneamata IKEA. Potete trovarvi scatole e scatolini con coperchio di ogni forma e volume… di certo non faticherete a trovare il contenitore che meglio si addice alle vostre esigenze e necessità.

E quando sono sporchi, i pannolini, dove li metti?

Santa IKEA ci viene in aiuto, anche in questo caso. A casa uso due bidoni FILUR (prezzo 4.99€ l’uno), piazzati in veranda. Sono pratici, leggeri, economici e, per le più esigenti, nemmeno troppo orribili da vedere. Non occupano molto spazio e, a dispetto della chiusura poco rassicurante, trattengono anche le puzze più mortifere.
Eallorafffatevelo sto giro all’IKEA!!!
pannolini-lavabili-stoccaggio
Niente di più semplice. In uno vanno i pannolini da lavare e nell’altro tutto lo sporco che non può essere lavato… (per non dire …cacca… ma ormai l’ho detto).
Per praticità, se siete davvero diligenti e intelligenti (non come la sottoscritta, insomma) e volete evitarvi la classica intossicazione di ammoniaca al momento di mettere su la lavatrice, potreste anche separare gli inserti dai gusci esterni, prima di lanciarli nel bidone.. In questo modo avreste già i pannolini pronti da lavare.
Io naturalmente ho smesso di applicarmi molto tempo fa.
Sono un caso patologico.
Forse, inconsciamente, mi piace la zaffata di pipì, chevedevodì!!?

Avanti, ditemi, vi sembra ancora così impossibile??
Buona zaffata a tutti!!
LOL ;-***
Luisa

Leave your thought